Salvamento, gran finale a Luserna nel ricordo di Domenico Magra

Lunedì 13 Maggio 2019 13:52 stefano
Stampa

In piena coerenza con il suo intento di pensare doverosamente al futuro senza però dimenticare i personaggi e gli insegnamenti del passato, dimostrato già in occasione del Trofeo Frattini alla Torino Nuoto, il Centro Regionale Libertas del Piemonte ha voluto concludere domenica 12 maggio a Luserna San Giovanni la nona edizione del suo Circuito di nuoto per salvamento nel segno e nel ricordo di Domenico Magra, uno dei dirigenti che hanno fatto la storia della piscina nella quale si è gareggiato.

Particolare, quest’ultimo, che Fulvio Martinetti, presidente del Centro Provinciale Libertas di Torino, ha tenuto a sottolineare nel saluto da lui inviato, nell’ambito del quale ha ricordato come proprio Magra fosse attivissimo nel lanciare l’impianto locale già quando lui, all’epoca allenatore, vi portava i suoi atleti per le gare o i ritiri collegiali. La simpatica tradizione di concludere il Circuito Libertas Piemonte di nuoto per salvamento a Luserna è stata invece l’elemento di spicco scelto da Enrica Lanza, presidente del Centro Regionale, per iniziare il messaggio che ha a sua volta voluto trasmettere agli organizzatori di questa manifestazione.

 

Con simili premesse emotive, la domenica agonistico-promozionale non poteva che essere un successo e così puntualmente è stato. In acqua è… sceso quasi mezzo secolo di popolo natatorio, nel senso che la concorrente più giovane era del 2013 e quella più “matura” del 1969, a conferma di come questo tipo di competizione conceda spazio e ribalta davvero a tutti. Complessivamente 35 le prove in programma: 25 individuali (50 metri ostacoli con pinne e 50 metri trasporto sacchetto con pinne) e 10 di staffetta (Torpedo mista). A livello di vertice, si è assistito a un appassionante testa a testa fra i padroni di casa, la Libertas Due Valli, e la SAFA 2000. Quest’ultima ha avuto la meglio sul piano delle vittorie (15 contro le 11 dei rivali), ma la classifica per società di giornata ha invece premiato la densità di risultati degli atleti di Luserna (585 punti rispetto ai 455 del club torinese) e soprattutto i loro piazzamenti tra i Seniores dove, in entrambe le gare individuali, hanno conquistato ben 11 dei primi 12 posti, mancando solo la quinta posizione nei 50 ostacoli e la sesta nei 50 trasporto sacchetto! Un risultato d’insieme al quale peraltro la SAFA 2000 ha parzialmente risposto esercitando un dominio assoluto nella categoria Cadetti, monopolizzando i 3 gradini del podio in tutte e 4 le prove di questo settore (ostacoli e trasporto, sia maschili sia femminili).

Alle loro spalle, c’è stata gloria anche per la Libertas Nuoto Rivoli, competitiva soprattutto sotto il profilo degli acuti (7 successi) e in particolare tra gli Allievi come testimonia la tripletta (oro-argento-bronzo) messa a segno nel trasporto del sacchetto mentre la Libertas Nuoto Caluso ha dovuto accontentarsi di 2 affermazioni ma ha messo in luce una delle individualità di maggior spicco della rassegna: Denis Contati, classe 2004. Alla fine, come detto, gloria e applausi per tutti, anche per chi a Luserna non era presente ma ha partecipato alle 2 precedenti tappe (il 10 febbraio a Chivasso e il 7 aprile a Bardonecchia) del Circuito la cui classifica globale conclusiva ha tributato il giusto riconoscimento alla continuità di prestazioni ad alto livello della SAFA 2000, nettamente prima con 1582 punti. Seguono Libertas Due Valli a quota 802, Libertas Nuoto Caluso (670), Libertas Nuoto Rivoli (636), Libertas Nuoto Bardonecchia (469), Libertas Nuoto Chivasso (277) e Torino Nuoto (177). Ora un po’ di meritata vacanza e poi sotto con i nuovi progetti: bussa infatti alle porte la decima edizione del Circuito. Uno stimolo in più per continuare a credere in un cammino faticoso ma sicuramente significativo!